Come diventare Web Designer

Cos’è un Web Designer

Per spiegarti al meglio come diventare Web designer specifichiamo prima il suo ruolo nei vari settori lavorativi, anche se il fatto che tu legga questo articolo premette che tu sappia cosa sia, prendilo come un approfondimento.
Il Web Designer è la figura professionale addetta alla progettazione di un sito web ed alla sua gestione, quindi si occupa della creazione del dominio web, delle installazioni di base per dare un “volto” al sito ed infine modella il volto del sito così come chiesto dal cliente.

Ovviamente è colui che installa tutte le funzioni di un sito web, quindi diffidate da servizi web che promettono di poter editare blog o derivati attraverso le loro interfacce web, perché per definire un sito web da idea a realtà è un lavoro duro e c’è bisogno di anni di studio serio.

come diventare web designer

Come diventare Web Designer da autodidatta

Chi ha intenzione di iscriversi a dei corsi online di Web Design imparerà tutto durante le lezioni, ma chi per un motivo o per un altro non ha tempo di seguire corsi. (N.B. Per diventare professionista ti servono degli studi, a meno che tu non sia il nuovo Stephen Hawking dell’informatica)

Consiglio numero 1 – Entra in punta di piedi nel web

Registrati su una piattaforma web che ti permetta di aprire un blog tuo e fai pratica con le prime impostazioni di interfaccia del sito: cambi lo sfondo, i menu, i colori. Tutto questo ti permetterà di entrare nell’ambito delle terminologia e nell’aspetto iniziale e primitivo delle impostazioni. Quindi prima familiarizzi con i settaggi ed in seguito approfondirai. Di seguito ti elenco qualche servizio gratuito su cui creare un dominio di prova ed esercitarti: WordPress, Altervista, Wix, Jimdo, Flazio, Webnode.

Consiglio numero 2 – Affacciati nel retrobottega

Se dei servizi elencati sopra ne avrai scelto uno come WordPress vuol dire che avrai anche la possibilità di entrare nell’editor del sito, accedere ai fogli di stile e alle funzioni php. Dovrai quindi iniziare a capire a cosa fanno riferimento le sigle HTML, CSS e PHP, e per fare questo ti consiglio di iniziare a spulciare YouTube tenendo sempre aperto il tuo sito, applicando di riflesso qualche modifica che vedi nei video, durante le spiegazioni inizierai a capire meglio di cosa si tratta.

come diventare web designer

Consiglio numero 3 – Tira fuori i soldi per il PRO

Stai calmo, non si parla di migliaia di euro. Ti consiglio di acquistare un vero e proprio dominio su qualche sito di hosting, puoi trovare anche ad 1,50€ al mese, quindi nulla di molto costoso. Avendo un sito tuo con un dominio registrato a pagamento ti renderai conto anche dei vari servizi e ti farai una “cultura” sui vari contratti per il web, senza calcolare che avrai accesso ai database. Di seguito i migliori servizi hosting per l’acquisto di un dominio: SiteGround, 1&1, Aruba, Hosting Solutions, SeverPlan, Netsons.

Consiglio numero 4 – Fai esperienza sui database

Se sei passato ad un dominio a pagamento avrai l’accesso al tuo database tramite client FTP. Questo ti permetterà di fare esperienza in questo argomento prettamente da Web Designer ma presta attenzione: NON ACCEDERE AL DATABASE SE NON SAI QUELLO CHE STAI FACENDO, perchè se sei arrivato in una fase avanzata del tuo sito potresti perdere tutto, anche se dall’inizio di questo articolo ti consigliamo sì di aprire un sito ma per svolgere le tue prime esperienze e diventare un Web Designer di livello medio.

Consiglio numero 5 – Segui i blog che svolgono guide sul Web Design

Inizia a leggere qualche articolo e fai ricerche sugli argomenti del Web Design che non conosci, per esempio i certificati SSL, la SEO, la SERP ecc. E il modo più veloce e più efficace di imparare trucchi e funzioni basilari e capirai anche in maniera autonoma come diventare web designer. Mi sento di consigliarti alcuni blog rinomati in questione, anche se su Dlame.it trattiamo tutti questi argomenti. SOS-WP  –  Lorenz Crood 

come diventare web designer

Ma quanto guadagna un Web Designer?

Difficile da determinare con certezza. Dipende tutto da quanti siti gestire e in che modo organizzate i vostri pagamenti. Potete chiedere 100/200 euro al mese per la gestione di un e-commerce, sito dove il proprietario ammortizzerà la vostra retribuzione grazie al guadagno. Potete farvi pagare per ogni volta che svolgete vari lavoretti sui blog, per esempio 40/50 euro per l’installazione di un tema child o di un certificato SSL. Senza calcolare il fatto che potete lavorare in aziende con stipendi importanti, insomma, non tutti sanno gestire al 100% un sito web, se impari a farlo divori gli altri candidati ai colloqui.

Senza calcolare che quella del Web Designer è una professione che si sta affermando giorno dopo giorno. Anche il panettiere nel 2018 sente l’esigenza di aprire un sito internet, createvi un gruppo clienti! 

CONCLUSIONE IMPORTANTE

Ovviamente tutto quello riportato sopra su come diventare web designer è una infarinatura generale, per darti delle linee di massima da seguire e per capire un po’ quali sono i vari obbiettivi da porsi. Se hai domande sugli argomenti o vuoi semplicemente approfondire la questione con varie guide puoi commentare questo articolo e continuare a seguire Dlame.it!

 

Ti consigliamo di leggere inoltre Quanto costa aprire un sito internet [Costi reali]5 consigli pratici per applicare la SEOCome usare WordPress su Android [Trick]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *