Come guadagnare con un blog

 

Come guadagnare con un blog: questa piccola grafica vi mostra cosa contiene l’articolo.

come guadagnare con un blog
Riassunto in 3 punti di ciò che troverete nell’articolo.

Prima di spiegarvi in senso pratico come guadagnare con un blog voglio spiegarvi come sono arrivato scrivere dell’argomento.

Qualche giorno fa mi imbatto in questo articolo che tratta di statistiche riguardanti i blogger italiani, tra le quali leggo: “In Italia il 73% dei blogger guadagna dalla sua attività online”.

Ma questa affermazione è vera? Come si arriva a guadagnare tramite un blog?

Rispondendo alla prima domanda sono convinto che il 73% o più di coloro che posseggono un blog guadagnano da quest’ultimo, ma quanto?

La statistica evidentemente fa riferimento anche a coloro che nonostante il limitato pubblico inseriscono delle inserzioni all’interno del loro sito e beneficiano di quei 2 o 3€ al mese da Google.

Anche quello viene etichettato come guadagno!

E’ evidente che la percentuale di chi guadagna “seriamente” tramite i blog è nettamente inferiore

E a questo punto rispondo alla seconda domanda, come guadagnare con un blog…

Dimenticatevi AdSense e inserzioni varie!

come guadagnare con un blog

Non credete a chi vi dice di fare 500€ tramite le inserzioni, quella è roba da blogger americani, con il “pubblico” che abbiamo in Italia (ridotto, essendo una piccola nazione) è da folli ambire a quei numeri.

Il vero guadagno è fondato sulle community!

Basta osservare i veri influencer del web, persone come Marco Montemagno ecc che basano i loro profitti sulla condivisione di contenuti che hanno dei target complementari alla propria community.

Mi spiego meglio…

Se ho un blog che tratta di pesca non posso permettermi di guadagnare con le inserzioni delle canne da pesca in vendita su amazon, è evidente, quanto guadagnerei? 20 o 30€ al mese?

I veri blogger si affidano alle communtity.

Ecco in realtà come guadagnare con un blog!

Inizio a creare il mio primo gruppo Facebook per esempio, dove si condividono foto di pesca, consigli ecc. e nel mezzo ci faccio comparire qualche mio articolo, in modo da permettere la crescita di quello che sarà la base del business: il blog.

Oltre al gruppo Facebook è possibile aprire un canale Youtube, dove parlo delle mie canne da pesca preferite, della differenza tra esche e dove porto dei video di uscite di pesca ecc

Si può fare lo stesso con Instagram foto di pesca tutti i giorni con i giusti hashtags: #pesca #outdoor ecc.

Ora, immagine che il blog di pesca abbia tutti questi canali, è praticamente impossibile non arrivare ad un target di pubblico in pochi mesi se si è costanti. In questo modo si viene a creare una community di appassionati, che segue ben volentieri tutti i canali e di conseguenza il “canale principale”: il blog.

Passo successivo… il guadagno del blogger.

Come guadagnare con un blog

come guadagnare con un blog

Questa è la parte più imprenditoriale ma è anche quella più bella, finalmente si può battere cassa dopo tanto lavoro speso alla creazione di contenuti gratis per il proprio pubblico.

Come si può monetizzare allora? Ci sono diversi metodi:

  1. Lancio di un prodotto inerente al nostro target (es. creazione di una nostra canna da pesca speciale)
  2. Shop di gadget del sito (es. le classiche tshirt con grafica, tazze ecc ma anche accessori più mirati, per esempio dei manici per le canne da pesca con il logo del nostro sito)
  3. Creazione di eventi a pagamento (es. una competizione di pesca sportiva con ingresso a pagamento e dove si potranno vendere i nostri gadget)
  4. Inserire nel sito dei banner mirati, quelli per esempio del negozio che ci ha contattato per della pubblicità, con quei banner i guadagni sono “seri”, non come quelli di AdSense.
  5. Creazione di un corso online (con dei video) dove si insegnano diverse tecniche di pesca, questo viene definito un “infoprodotto”.

E questi sono soltato 5 dei modi con cui un blogger può guadagnare una volta che ha creato la propria community, la propria schiera di seguaci.

Capite che è impossibile ora, che il 73% dei blogger italiani guadagni dal suo blog abbastanza, insomma, molti dei nostri amici hanno aperto un blog, eppure nessuno di loro è Marco Montemagno!

Spero si sia capita l’opinione che volevo esprimere in base a quella “statistica” inoltre vi ho dato dei consigli davvero utili per guadagnare con un blog.

Se li si mette in atto tutti, e con costanza, creando una propria community è difficile che voi non guadagnate ciò che vi spetta dal vostro blog.

Non dimenticare la variabile della “nicchia”

La variabile della nicchia è il concetto che ogni articolo del genere vi riporta, quindi sarete abituati a questo termine in rete.

Sostanzialmente tutto ciò che è stato scritto prima è valido per qualsiasi tipo di blog, dalla pesca all’aeronautica, dalle torte alle calzature ortopediche, l’unica differenza è che l’argomento che trattate inciderà sulla velocità della monetizzazione del vostro blog.

Un sito che tratta solo di deodoranti troverà presto la propria schiera di seguaci (se ci sono) dato che non esistono altri siti del genere, e quindi può tendere presto alla monetizzazione, nonostante il pubblico ridotto.

Un sito invece che tratta di auto sportive ha un pubblico più ampio, quindi un guadagno potenzialmente maggiore ma una difficoltà di creare la propria community abbastanza elevata.  

In conclusione

Create sempre contenuti esclusivi nel vostro ambito e di pari passo curate la vostra community.

Se prima aggiornavate tutti i giorni il vostro blog sappiate che oggi vi converrà farlo anche con i social network ed altri canali collegati, è l’unico modo per istituire un sano rapporto con chi vi segue e soprattutto è l’unico modo per monetizzare seriamente online!

 

Grazie per aver letto “Come guadagnare con un blog”, vi prego di commentare questo articolo con la vostra opinione, di linkare i vostri blog e di condividere l’articolo sui vostri social network, ve ne sarò grato! Buona lavoro!

 

Articoli consigliati: Raggiungere 100.000 visite alla settimana; Cosa fa un Web Designer; Quanto costa aprire un sito internet.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *