Come velocizzare un sito WordPress [2018]

La maggior parte dei blogger punta ad aumentare il numero dei propri visitatori unici, non tutti sanno che un ostacolo ai visitatori è la velocità di caricamento del sito WordPress, inoltre Google tende a punire, tramite un posizionamento sfavorevole, i siti che non sono abbastanza veloci.

Vediamo come velocizzare un sito WordPress tramite l’ausilio di alcuni utili plug-in e tramite la dismissione di altri che ne rallentano l’utilizzo.

Velocizzare un sito WordPress con W3 total Cache

W3 Total Cache è un plug-in sviluppato da Frederick Townes che investe diverse funzionalità per ridurre i tempi di download del sito ed aumentare di conseguenza le caratteristiche a favore dell’ottimizzazione SEO.

logo w3 total cache e nome dello sviluppatore

Ha inoltre una funzionalità al quanto rara che permette di integrare l’opzione CDN (Content Delivery Network) direttamente tramite il plug-in stesso.

*Per chi non lo sapesse la funzionalità CDN è il metodo migliore per velocizzare un sito WordPress, perché avvengono dei miglioramenti direttamente al livello dei server. In questo articolo non approfondiremo l’argomento perché la maggior parte dei piani “standard” di hosting non includono questa funzionalità.

Vediamo come installare W3 Total Cache

Per prima cosa bisogna recarsi nel “ufficio” del nostro sito WordPress, poi cliccare su Plugin –> Aggiungi nuovo e poi digitare nella barra di ricerca W3 Total Cache (così come mostra l’immagine in basso).

Primo passaggio installazione w3 total cache

Come vedremo, lo strumento di cui abbiamo bisogno sarà il prima risultato, quindi: Cliccare su Installa –> Attiva

secondo passaggio installazione w3 total cache

Ora, come si nota dalla foto il nostro plugin sarà installato e pronto per essere configurato.

Configurazione del Plugin

Per iniziare a configurare il vostro W3 Total Cache basta raggiungere il nuovo menu nella sidebar di sinistra chiamato Performance ed in seguito cliccare su General Settings 

configurare w3 total cache

In questo modo dovremmo essere giunti ad una schermata identica a quella che trovate qui in alto.

Da questo momento in poi posso solo limitarmi a mostrarvi come io ho configurato il plugin, ovviamente il mio consiglio è quello di leggere e capire bene tutte le funzioni dello strumento dato che ogni blogger ha delle necessità diverse per il proprio sito.

Comunque sia se doveste seguire la mia configurazione vi trovereste sicuramente un sito di gran lunga velocizzato, senza che il blog abbia problemi dopo l’installazione dello strumento.

Ora, per i più scettici, prima di mostrare la configurazione, consiglio di testare il proprio sito prima e dopo le modifiche, in modo da vedere con i vostri occhi che il plugin è davvero performante, ed un ottimo strumento per velocizzare un sito WordPress.

Per testare il sito consiglio uno dei migliori tools in circolazione, proveniente direttamente da mamma Google: PageSpeed Insights.

configurazione w3 total cache

ATTENZIONE

 

L’unica caratteristica che merita uno sguardo più attento è appunto quella della già citata CDN.

Informatevi dal vostro servizio hosting se ne disponete una e nel caso seguite i passaggi per configurarla col plugin, perché come già abbiamo detto è una funzione che aumenta di molto la velocità del caricamento del server e di conseguenza del sito in generale.

In caso contrario, o se non sapete ancora se avete questa abilità è meglio seguire le impostazioni così come le vedete dal mio screenshot.

Dismettere i Plugin che rallentano il sito

In questo punto del “tutorial” cerchiamo di individuare quali sono gli strumenti che rallentano il sito WordPress tramite un tool offerto da Pingdom.

Vi basta  cliccare sulla parola “tool” o “Pingdom” qui sopra per accedere alla pagina dello strumento.

Qui, inserendo il vostro dominio (www.esempio.com), sarà calcolata la velocità del vostro blog, il suo grado di caricamento in comparazione con altri siti internazionali e soprattutto cosa rallenta quel determinato blog (oltre ad una serie di altri dati secondari a questo argomento).

Per mostrarvi un esempio oggi analizziamo il sito CanieGatti.it  

risultato pingdom 1

Scorrendo in basso il Summary è il primo “insieme” di risultati che troviamo.

Come vedete questo sito sembra essere in perfetta salute! Ha delle ottime performance, e come si evince dallo shot è addirittura più veloce del 90% dei siti testati! 

Ma a noi interessa il prossimo screenshot.

velocizzare un sito wordpress

Scorrendo ancora verso il basso dei risultati troveremo una schermata simili a quella sopra, un grafico in sostanza, assieme ad una leggenda che spiega il colore di quei candelotti orizzontali.

La lunghezza dei candelotti e direttamente proporzionale al tempo di attesa del sito, e corrisponde come potete vedere di fianco, ad un determinato elemento del sito.

Esattamente in quella parte del grafico dunque troverete quale plugin farà perdere più tempo al caricamento del sito e quindi si può agire di conseguenza, in fondo sono pochi i plugin che non hanno degli avversari di tutto rispetto (o plugin simili, se non uguali).

Conclusione

Quindi oggi abbiamo visto come analizzare e velocizzare un sito WordPress tramite l’ausilio di un unico plugin gratuito ed in maniera veloce ed efficace. Se avete svolto il test, come ho consigliato in precedenza, sia prima che dopo l’attuazione delle modifiche allora avrete notato con piacere che il blog è di gran lunga più reattivo.

Questo può andare solo a favore del vostro posizionamento e della vostra SEO, senza parlare di che gran beneficio acquisisce l’esperienze degli utenti del vostro blog.

Spero che sia stato tutto chiaro e molto semplice, in fondo ci stiamo concentrando ancora su dei consigli molto facili da applicare e veloci come questo tutorial.

Se avete bisogno di aiuto o volete darci la vostra opinione/critica potete commentare al di sotto di questo post.

Grazie per la lettura e buona giornata!

 

 

Articoli consigliati: Come guadagnare con un blog, Raggiungere 100.000 visite alla settimana, Controllare lo stato seo del sito gratis;

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *