SEM – Cosa significa? – Search Engine Marketing

Cosa significa SEM – Search Engine Marketing

L’acronimo SEM sta per: Search Engine Marketing.

Sostanzialmente è la tipologia di Web Marketing che lavora sui motori di ricerca in modo da garantire visite al sito per cui si sta lavorando.

(Infatti il termine Engine in inglese significa proprio motore).

Un SEM Specialist quindi è colui che lavoro sul posizionamento dei siti in base alle diverse keywords.

Più lo specialista è bravo e maggiore sarà la visibilità garantita al sito web.

In seguito grazie alle conversioni questo lavoro frutterà altissimi guadagni.

Su quali aspetti lavora la SEM

La SEM in maniera più specifica punta ad ottimizzare e a lavorare su determinati settori del Web Marketing.

Fare marketing online nel 2019 ormai, non è più una fiaba da raccontare agli amici, bensì un lavoro duro e faticoso.

In particolare gli obbiettivi del SEM Specialist (o Manager) sono:

Brand Monitoring
Brand Monitoring
  • Brand Monitoring: In questa fase il SEM Specialist deve aumentare la “fama” del brand per la quale lavora sul web e sui motori di ricerca.

Quindi monitorare costantemente i tassi di crescita delle impressioni sul web ed effettuare campagne pubblicitarie tramite placement o ads.

  • Benchmarking online: Questo significa monitorare e posizionare costantemente i propri contenuti nei primi risultati dei motori di ricerca.

Quindi bisogna studiare bene la SERP e le keywords per le quali si vuole piazzare in alto un contenuto che in seguito sarà ottimizzato.

In sostanza come qualsiasi altro lavoro ci si pongono degli obbiettivi da raggiungere a seguito di uno scrupoloso studio e di un’altrettanta scrupoloso ottimizzazione.

Per esempio anche nella gestione di grande blog sono richiesti dei SEM Manager.

Non basta solo pubblicare gli articoli, bisogna anche posizionarli in alto nei risultati di Google e company.

Questo obbiettivo lo si può ottenere soltanto dopo aver tanto “studiato” il mercato e aver preso le scelte giuste.

Non abbiate paura a chiedere consigli a blogger più esperti, sono sicuro che vi aiuteranno come hanno fatto con me.

Ora che sai su quali aspetti lavora è ora di vedere attraverso quali strumenti lo fa.

Gli strumenti di lavoro

Molto spesso un SEM manager si trova ricoperto da dati statistici e aggiornamenti da applicare ai contenuti.

Quindi preferisce utilizzare degli strumenti che svolgere il lavoro in manualmente.

Vediamo quali sono gli strumenti utilizzati nella Search Engine Marketing.

  1. Un analizzatore di domini in chiave SEO.

Necessario per avere un quadro generale della situazione SEO del proprio dominio.

Qualche volta anche ai più bravi professionisti sfuggono dei dettagli e quindi si trovano costretti a fare un controllo tramite questi strumenti.

2. Google Analytics.

Il miglior amico dei blogger e gestori di siti web.

Senza di lui nessuno saprebbe davvero come va il proprio blog, ed ovviamente non può che essere uno strumento alla base del Search Engine Marketing.

3. Analizzatori dei SERP.

Necessari per lo studio della SERP applicata alle parole chiave per la quali ci si vuole posizionare.

Ovviamente gli strumenti citati sopra si possono trovare anche online per qualche amante del Web Marketing che voglia informarsi della questione.

Attenzione però perchè non sono gli stessi dei SEM Specialist.

Un vero SEM Manager ha degli strumenti molto più specifici ed anche molto più costosi per svolgere il lavoro in modo preciso.

Comunque sia se siete interessati fate delle ricerche online, noi personalmente non citiamo nessuno servizio gratuito per non fare della pubblicità SPAM.

Differenza tra SEO e SEM

Molti di voi che seguono il nostro blog si staranno già facendo questa domanda, dato che abbiamo parlato spesso di SEO.

La prima sigla riguarda l’ottimizzazione dei motori di ricerca mentre la seconda riguarda il suo “marketing”.

Quindi la gestione e l’applicazione della SEO viene sostanzialmente controllata dal reparto della SEM.

In realtà spieghiamo più volte che per specializzarsi in una di queste figure professionali è necessaria una cosa;

Avere una infarinatura generale di tutto il quadro.

Più cose si sanno e meglio è e col tempo capirete che sono tanti piccoli miglioramenti a fare la differenza in un sito web.

Strategia SEM

Strategia SEM
Strategia SEM

Quando nel Web Marketing sentiamo parlare di “Strategia SEM” molto spesso ci troviamo di fronte ad una campagna pubblicitaria online.

Infatti come già accennato in precedenza, la maggior parte del lavoro svolto dalla SEM è quello di ideare ed attuare campagne pubblicitarie online.

Ci sono due macro-metodi di strategia SEM:

  1. Intraprendere pubblicità tecniche tramite ads su Google
  2. Far conoscere il brand tramite placement.

Perchè il punto uno lo definiamo come pubblicità tecnica?

Perchè permette una enorme visibilità ai link pubblicizzati, aumentato l’autorità dominio e la page authority di un sito web.

Quindi si vanno ad incrementare dei fattori tecnici che rendono “importante” un sito web.

Mentre il secondo punto mira ad una pubblicità simili a quelle del TV per far conoscere o affermare maggiormente un blog, un’azienda o un servizio online ecc.

Sostanzialmente una strategia basica SEM è composta da:

  1. Programmazione della pubblicità (include il fatto di dover porre degli obbiettivi da raggiungere ed in che modo).
  2. Lancio della campagna pubblicitaria.
  3. Revisione dei contenuti in base ad un primo rapporto ottenuto dalla campagna.
  4. Attuare le modifiche necessarie dopo la modifiche del punto 3 o proseguire con l’attuale strategia.

Social Media Manager

Nel 2019 (quasi) i community manager diventano essenziali per le collaborazioni.

La navigazione non è solo web design, fogli di stile o pagine web… ora è tutto più vicino ai social.

Tanto che, i piccoli siti che non hanno una importante pagina Facebook hanno comunque molte difficoltà ad entrare nei risultati.

Quali sono i metodi di approccio consigliati?

Beh, i consigli che vi do devono essere presi con le pinze, ma ogni SEO di “un certo” livello consiglia campagne pubblicitarie sui social network.

Certo non bisogna diventare un social media manager, ma nemmeno un progettista web, insomma, il codice html non è tutto!

Devi essere in grado di trovare l’equilibrio tra social media management e SEM Specialist, oltre che a creare contenuti unici.

Difficile? No, con un po’ di studio ci si arriva.

Web Agency

Le Web Agency basano il loro guadagno sulla indicizzazione nei motori di ricerca.

Aiutano i siti ad impostare meglio le basi SEO e poi con il giusto aiutino li spingono un po’ più su nei risultati!

Inoltre le Web Agency si occupano anche del Social Media Marketing che abbiamo accennato prima, tanto importante.

Quali sono le migliori web agency?

Beh se volete affidarvi a delle agenzie dovrete farlo nella vostra località.

Cercate su Google: “Quali sono le migliori web agency di Roma” per esempio; i risultati vi guideranno verso la scelta migliore.

Sbocchi professionali

Spesso nei nostri articoli quando spieghiamo queste tipologie di Marketing esponiamo anche in quale scenario hanno un futuro lavorativo.

La risposta spesso si ripete:

Da qui in poi ci sarà un enorme crescita degli uffici Marketing!

Un professionista che ha studiato il Search Engine Marketing, la SEO, la SERP non può non trovare lavoro in questo secolo.

Il nostro consiglio quindi è sempre quello di certificarvi presso un istituto come professionisti del settore dopo ciò gli sbocchi lavorativi saranno considerevoli.

Conclusione

Spero che noi di Dlame siamo riusciti a spiegarvi cosa significa Search Engine Marketing e il suo relativo acronimo.

Ricorda che Dlame è un blog gratuito, significa se vuoi aiutarci puoi condividere questo articolo sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *