Estate 2018 – La stagione degli hacker (siamo tutti in pericolo).

Navigando in rete abbiamo scoperto un articolo recente di Ansa.it dove si parla del rischio maggiore degli attacchi Hacker nel periodo estivo, perché accade questo? Come si può evitare un attacco Hacker?

Ecco alcuni nostri consigli per rendere la vita difficile a chi sceglie come hobby quello di invadere la privacy di privati e aziende.

Innanzitutto perché l’estate è la stagione degli Hacker? Semplicemente perché in questo periodo siamo più distaccati dalla tecnologia, meno attenti alla sicurezza e viaggiando ci si connette a reti WiFi o altridispositivi che non garantiscono nessuna privacy. Per esempio: Quante volte in estate vi capita di alloggiare in un hotel, o passare una giornata in piscina o su di un lido al mare? 100 volte? E quante volte in questi luoghi chiedete ai gestori o al personale la password del WiFi? 101!
È comprensibile che ormai è difficile non postare qualche foto o qualche storia in vacanza, ma bisogna prestare comunque attenzione a quali reti ci si connette.
Evitate hotspot da altri telefoni, o WiFi con nomi strambi e non come i soliti Tim, Vodafone, Fastweb, Linkem ecc
Chi mette a disposizione il wifi nei propri locali molto spesso conosce da quale dispositivo accedete, quali siti visitate (e questo è già invasione di privacy) immaginiamoci se non tentano di entrare nei vostri profili Instagram, Facebook ecc
estate 2018 phishing truffe sicurezza password
Ora preferisco non citare i classici metodi per registrare le password dei dispositivi che usano una rete, ma vi assicuro che non è difficile farlo.

 

Il nostro consiglio numero 1 è quello di cambiare password prima e dopo aver fatto la vacanza, utilizzando frasi di senso compiuto, per esempio: “Ilmiocanesichiamarichard” perché in base alle ultime ricerche sembra che queste tipologie di        password siano le meno scovate dai vari programmi.

Prestate attenzione al Phishing

Il Phishing in sostanza è un tentativo di ricreare pagine di accesso di social e altri servizi in modo da registrare le vostre credenziali e di rubarle, un noto sito che è stato soggetto a questo attacco fu proprio quello di Poste Italiane, capite bene la pericolosità.
Ciò capita anche con i servizi di Cloud dei telefoni, esempio lampante le foto rubate dal telefono di Diletta Leotta. Tramite email gli Hacker riproducono delle richieste da Google, Apple ecc e richiedono di inserire le credenziali (magari per sbloccare attività, oppure per accettare delle finte normative nuove) e poi fanno ciò che vogliono nei vostri cloud.
Quindi prestate attenzione anche alle mail, guardate bene in quali siti inserite i vostri dati, a volte sono molto simili ai siti originali, ma mai identici (guardate bene l’indirizzo www.).
Quindi, prima di partite chiudete a chiave la porta di casa e cambiare serratura a quella dello smartphone!
estate 2018 phishing truffe sicurezza password

 

Consigliati per te: Come funziona la SERP, Come diventare Web DesignerQuanto costa aprire un sito internet [Costi reali].

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *