Facebook diventerà a pagamento (?) svolta nel caso Cambridge Analytica

L’11 Aprile 2018 Mark Zuckerberg si è presentato per la seconda volta al Congresso degli Stati Uniti per parlare del caso Cambridge Analytica.

Riporto adesso le parole di un articolo di Post.it di ieri:
La deputata Democratica della California Anna Eshoo ha chiesto a Zuckerberg se i dati del suo account erano tra quelli venduti a Cambridge Analytica e Zuckerberg, in una delle poche risposte davvero nette che ha dato, ha detto sì. Eshoo ha anche chiesto a Zuckerberg se sia pronto a cambiare il modello di business di Facebook per proteggere la privacy degli utenti del social network.

Bene, dal testo tratto sopra la parte più preoccupante è proprio quella sottolineata. Da questa mattina in Italia e nel resto del mondo e già sulla bocca di tutti che Zuckerberg voglia “cambiare la politica” del suo social. Cosa significa?

Significa che se è vero che i dati venivano utilizzati per le pubblicità, unica fonte di guadagno della piattaforma, allora bisognerà rimuovere quest’ultime per una migliore protezione. Se non lo farà in maniera autonoma Zuckerberg molto probabilmente.

Ma allora quale sarà la fonte di guadagno di uno dei siti più visitati al mondo? Bene, non è ancora stato negato dallo stesso Zuckerberg che molto probabilmente Facebook diventerà a pagamento, magari come altri servizi in rete a cui siamo già abituati a pagare come Spotify.

Il caso Cambridge Analytica è ancora in processo ma si sa già che da questo scandalo Zuckerberg ne dovrà assumerne le responsabilità, ora non reste che vedere come reagirà.

Ti consigliamo di leggere Come rimuovere al 100% un programma [Guida Definitiva]Bot di Automazione per i Social network [Bot Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *