Network Marketing – Che cosa significa e Come funziona

Il Network Marketing è un preciso sistema di vendita; consiste nel creare una rete di venditori che guadagnano tramite le commissioni sulle vendite dei prodotti.

Viene definito anche Multi-level Marketing (MLM) cioè: “Marketing diviso in più livelli”.

Infatti il Network Marketing viene definito come un sistema di business piramidale dove in cima ci sono le aziende produttrici e alla base i venditori. In poche parole i venditori posti più in alto reclutano altri venditori e via discorrendo, per aumentare le dimensioni del sistema vendite.

Questo modello di vendita è ritenuto molto pericoloso perché è facile truffare i venditori più piccoli; quelli che si trovano alla base della piramide. Per questo motivo nessuno ha le idee ben chiare sul suo reale funzionamento.

Aggiungiamo che in Italia i sistemi di vendita “Piramidali” sono assolutamente illegali, incluso il Network Marketing che viene proposto su Facebook. Vendere creme, proteine, trucchi e altro ancora in nero su Facebook non arricchisce nessuno.

In realtà a seguito dello sviluppo di mezzi di comunicazione il Multi-level Marketing è diventato un sistema sempre più adoperato dalle grandi aziende.

Quante volte su internet (es. gruppi Facebook) vi è stato chiesto di lavorare comodamente da casa? Quante volte ci avete creduto?

Bene, vi abbiamo detto quindi cosa gli Italiani credono che sia il Network Marketing. Adesso cercheremo di spiegarvi le reali potenzialità di questo sistema.

come funziona il network marketing

Come funziona il Network Marketing

Dunque cerchiamo di capire il reale funzionamento del Network Marketing e come viene proposto ai nuovi affiliati ( i cosiddetti Networker).

  1. Le aziende assumono o incaricano del personale a reclutare nuovi venditori.
  2. Ai nuovi venditori viene proposto un contratto del tipo: “Vendi i nostri prodotti e riceverai il 20% di commissione”. Quindi se il venditore riesce a vedere delle creme ad esempio, dal valore di 10€ guadagnerà 2€.
  3. Molto spesso il pagamento di queste commissioni avviene in nero e senza tracciabilità. Ad esempio: ricariche PostePay, Ricariche PayPal ecc.

Inoltre le aziende che adottano questo modello di vendita fanno credere ai Networker di essere loro stessi degli imprenditori. Spesso convincono ad acquistare i loro prodotti ad un prezzo scontato per poi venderli privatamente; in modo da avere un guadagno maggiore rispetto alle commissioni.

Altri ancora utilizzano anche un sorta di sistema “Gerarchico” per incoraggiare i venditori al loro lavoro. Si creano dei livelli come ad esempio: Argento, Oro, Platino. Per ognuno di questi livelli ci sono delle commissioni e dei benefici differenti.

Per esempio: “Se recluti a tua volta altri venditori diventerai di livello Oro ed avrai diritto non più al 20% di commissioni bensì al 35%”.

E’ chiaro che per chi cerca una piccola somma da guadagnare sul divano di casa tutto ciò è allettante. Sono migliaia le casalinghe che cascano in questo tipo di trappole. Molti sono anche gli uomini però, che spesso associano questo sistema di vendita al “venditore porta a porta”, anche se la questione è molto differente.

Perché questo sistema non può funzionare in Italia

Molto semplice, in Italia esistono i lavoratori dipendenti e i professionisti/collaboratori esterni. I primi sono assunti tramite contratto, i secondi invece percepiscono una parcella e lavorano tramite partita i.v.a.

Se un azienda vuole creare una rete di venditori deve assumere questi ultimi tramite contratto secondo legge, cioè assumere veri e propri dipendenti.

La seconda opzione è quella di pagare la parcella a dei venditori esterni che abbiamo una partita i.v.a.

In sostanza il sistema di Network Marketing citato sopra nasce per aggirare le leggi italiane, per vendere in nero e soprattutto per aumentare le vendite. E’ un approfittarsi di disoccupati e casalinghe che in questo periodo ovviamente si accontentato di poter racimolare qualcosa, in un modo o nell’altro.

Attenzione ad alcune aziende

Continuando la lettura di questo articolo parleremo anche degli aspetti positivi del citato modello di business, ora però dobbiamo prima mettervi in guardia. Molte volta si casca nella trappola del Network Marketing piramidale perché alcune grandi trasmettono un grande senso di affidabilità.

Per esempio si creano una serie di convegni aperti al pubblico dove chi parla cerca di creare il maggior numeri di affiliati, dicendo spesso cose non vere.

Si creano siti web con delle recensioni fasulle e positive, insomma prestare la massima attenzione quando si vuole entrare a far parte di questo sistema. Non significa solo guadagnare 100/200 euro al mese; (se state tutto il giorno online al telefono a promuovere i loro prodotti) ma anche arricchire questi ladri.

info@dlame.it

Il Network Marketing che funziona

Con i primi paragrafi di questo articolo vi abbiamo messo in guardia dai pericoli del MLM;(Multi-level Marketing) svolto in maniera errata. Gruppi Facebook, pagamenti in nero, sistema piramidale ecc.

Adesso invece vi illustriamo tutte le caratteristiche necessarie per un Network Marketing corretto, sia per Networker che per aspiranti imprenditori.

Assunzione e non affiliazione

Per diventare legalmente un Networker non bisogna passare tramite un processo di affiliazione, bensì tramite l’assunzione. E’ necessario un contratto che segua la legge italiana. Tramite questo contratto quindi si assumono diritti, doveri, obblighi di pagamento delle imposte e la corretta riscossione dello stipendio.

Per un modello classico di networking ovviamente bisognerebbe essere già dei networker per lavorare. Quindi è necessaria la partita i.v.a. tramite la quale acquistare prodotti dalle aziende e rivenderle in maniera privata.

Buoni sconto e coupon

Ovviamente chi vuole applicare il modello del Network Marketing non troverà facile accettare ciò che ho scritto sopra riguardo le assunzioni e la partita i.v.a.

Prima di tutto perché fanno parte di un sistema “tradizionale”, e quindi noioso e ingarbugliato per i networker, ma anche perché pensava fosse tutto più facile!

Dunque per ovviare le questioni citate sopra è possibile offrire buoni sconto e coupon al posto delle commissioni. Se un persona riesce a suggerire un tuo prodotto ad un’altra allora tu le fai il 5% di sconto. Un po’ come il modello Amazon.

Potrebbe essere una buona alternativa per chi sa come adoperarla.

Network Marketing
Network Marketing

Cosa ne pensano gli esperti

In via generale quando si parla di Network Marketing nessuno si esprime esplicitamente; quindi è difficile citarvi un economista o un imprenditore che abbia espresso il suo parere a riguardo. Molti ignorano questo modello di business e sicuramente nessuno è diventato ricco con questo sistema. Questo è il motivo per cui si tende a sconsigliare questo sistema.

E’ semplicemente il riassunto di uno schema ponzi o di qualsiasi altro raggiro legislativo. Molto più facile è arricchirsi da barman che non da Networker.

Conclusione

Grazie per aver letto questo articolo. Commentate con le vostre esperienze da Networker e se credete che questo sistema debba essere regolarizzato o meno in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *