Web Designer: Come iniziare

Molti dei miei lettori tramite il blog si affacciano sulla professione del web designer e quasi tutti si chiedono come iniziare, con questa breve ma efficace guida vediamo come raggiungere l’obbiettivo il prima possibile.

Creare le basi

costruire le basi del web designer
Tu che costruisci le basi dell tua futura professione.

Come qualsiasi altra professione quella del Web Designer ha la necessità di essere preceduta da ore di studio intenso che non possono essere sostituite con altre scorciatoie. Non preoccupatevi, se vi piace fare il Web Desginer vi piacerà anche studiare i vari codici ed esercitarvi con essi, ve lo assicuro.

In che modo studiare?

  1. In maniera tradizionale acquistando dei libri tramite amazon.
  2. In maniera più distaccata seguendo vari corsi online ed applicazioni che vi guidano passo passo.

Ovviamente io vi consiglio il metodo numero 1, lo studio dei codici seguendo un manuale non è pari a nessun’altro metodo, è più lento ma più efficace.

Vediamo allora quali libri potete acquistare per crearvi delle basi di codice.

  1. HTML e CSS. Progettare e costruire siti web di Jon Duckett
  2. Web design per creativi, grafici, sviluppatori di Jason Beaird

Per quanto riguarda lo studio online posso suggerirvi alcuni siti come Elamedia o il blog di Daniele Marchetti, in particolare proprio su quest’ultimo sito potrete trovare una serie molto lunga di guide gratuite, sui CSS, HTML, WordPress, Photoshop e molto altro ancora! Ammetto che è servito molto anche a me questo blog.

Piano di esercitazione

Di pari passo con lo studio viaggia l’esercitazione così come ci hanno insegnato a scuola, e questa tesi vale anche per iniziare a fare il Web Designer. 

Cosa significa avere un piano di esercitazione? Significa aprire un sito dove applicare tutte le regole che si stanno studiando, questa è la parte più importante dell’apprendimento.

Qualsiasi nuova regola o codice utilizzatelo all’interno del vostro blog, in questo modo vi resterà meglio impresso nella mente, ricordiamoci in fondo che questi codici vanno imparati tutti a memoria!

Ottenere gli strumenti da lavoro

Gli strumenti principali da lavoro di un Web Designer sono pochi, come ad esempio un Text editor per la scrittura dei fogli di stile e la loro modifica.

Ma ci sono tanti altri strumenti secondari, come ad esempio le estensioni di Google Chrome, che rendono il lavoro più mirato ed anche più semplice.

Vediamo entrambe le tipologie di strumento.

I text editor da me consigliati anche in articoli precedenti sono sempre 3;

  1. Sublime Text Editor (quello che utilizzo io)
  2. Atom
  3. Notepad++

Questi consigliati sono tutti gratis e in linea di massima funzionano tutti allo stesso modo, io vi consiglio maggiormente quello che uso anche io, il numero uno, perché è leggero ed è molto intuitivo anche per neofiti come voi. 

Per quanto riguarda le estensioni di Chrome mi viene da suggerirvene solo 5 nonostante ce ne siano centinaia perché più o meno svolgono tutti lo stesso compito.

  1. Web Developer

webdeveloper

Tra le estensioni più complete per i Web Designer con la possibilità di editare i CSS di ogni pagina web, le immagini, la cache, i cookies, scalare gli oggetti ecc

E’ solo in inglese ma non è difficile capire le voci del menu, di contro lo stile è confusionario è un po’ vecchiotto, avrebbe bisogno di un aggiornamento. 

2. Fontface Ninja

fontface web designer

Utilissima estensione che permette di individuare con precisione i font dei siti internet. 

Magari durante la costruzione del vostro sito vi viene in mente un particolare font già visto su un altro blog, con questa estensione potete individuarlo in maniera immediata e scaricarlo sul vostro pc.

Utile anche quando un cliente (quando in futuro farete questo lavoro) vi chiederà il proprio sito sulla base di un altro.

3. ColorZilla

colorzilla web designer

Anche questo utilissimo. Permette di trovare il codice colore di qualsiasi elemento di una pagina che stiamo visitando e con un click copiarlo.

Sembra poco ma quando si lavora su di un editor online (come quello di WordPress) è utile avere tutti i codici che vogliamo alla mano, senza doverli andare a ripescare nei diversi file o doverli cercare addirittura su Google.

4. Window Resizer

window resizer web designer

Dà la possibilità di ridimensionare il nostro sito web in modo di testarlo sui vari formati e vedere se la grafica del blog si veda bene su qualsiasi dispositivi, dai pc agli smartphone agli ipad ecc

Molto utile perchè delle volte un blog può essere perfetto su un dispositivo ed un completo disastro su un’altro

5. PageSpeed Insight

pagespeed insight extension web designer

I più esperti conosceranno già sicuramente il validissimo sito web, dove si può analizzare la velocità del proprio blog su formato mobile e formato pc.

Con l’estensione invece è tutto più facile, e resta invece immutata la qualità di un servizio Google.

Questi quindi riassumo gli strumenti secondari che possono rendere la vita leggermente più facile ad un Web Designer nel momento dello sviluppo di un sito.

Lavorate gratis!

Per qualcuno il titolo di questo paragrafo potrebbe sembrare una bestemmia ma fidatevi che è anche questo un modo per imparare il Web Designing. (il titolo non la bestemmia)

Inteso come: Accettate un lavoro per amici o conoscenti anche gratis se è necessario, solo come prima volta se è possibile, perché è interessante anche capire come si lavora di fronte a delle richieste ben precise e non in balia dell propria creatività, troppo facile così.

Durante il perfezionamento delle proprie conoscenze nell’ambito non si può pretendere di voler già guadagnare ed essere pagati per un lavoro che non si sa svolgere al 100%, insomma, dal giorno in cui non vi servirà più sbirciare tutorial online sarete liberi di farvi pagare come dei veri professionisti!

Date il giusto peso al vostro obbiettivo

Infine per abbandonare un po’ i tecnicismi del mestiere parliamo di quanto tempo investire nel raggiungimento del vostro obbiettivo.

Premettiamo subito che chi vuole fare questo come mestiere deve iscriversi ad un università che comprenda la progettazione dei siti nel proprio programma di studi, a meno che non si voglia andare all’estero, questo perché in Italia nessuna azienda assume personale che sa semplicemente svolgere il proprio lavoro, è necessario avere delle attestazione che lo certifichino.

Se siete degli adulti invece che lavorano già in ambiti simili e volete semplicemente aggiungere una funzionalità al vostro servizio è possibile farlo dato che la richiesta comunque sia c’è.

studiare web designer

Quello che sto cercando di dire è che se siete dei giovani che volete fare solo il Web Designer come mestiere dovete cercare di ottenere delle certificazioni per essere assunti in aziende, perché la richiesta c’è ma è difficile aprire un ufficio che accolga delle singole richieste e guadagnarci anche!

Se invece questo ufficio lo avete già perché offrite altri servizi digital allora sicuramente vi conviene!

Poi ovviamente esistono sempre delle eccezioni!

In merito a ciò che abbiamo detto finora vi consiglio un articolo che illustra le migliori lauree per Web Designer.

web designer come iniziare

Ti consiglio inoltre di leggere: Text editor per iniziare a sviluppare siti, Come guadagnare con un blog, Raggiungere 100.000 visite alla settimana, Controllare lo stato seo del sito, Come velocizzare un sito WordPress;

 

 

 

 

 

 

Tag: web designer come iniziare, web designer come iniziare, web designer come iniziare

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *